Master 10° ed.

 

La ricerca e l’innovazione tecnologica svolgono un ruolo chiave per la messa a punto di sistemi e di processi sostenibili. I risultati ottenuti nelle biotecnologie, nei nuovi sistemi di recupero dei rifiuti e nelle bioraffinerie forniscono concreti esempi di efficaci sistemi di recupero ai fini di preservare l’ambiente ma anche come fattore di sviluppo economico e occupazionale.

Continuando la collaborazione con l’Università degli Studi di Milano, l’Associazione dei Laureati in Scienze Agrarie e Forestali, l’Ordine dei Dottori Agronomi Forestali di Milano, e aziende del settore la nuova edizione del Master in “Bioprodotti, efficienza energetica, economia circolare” raccoglie l’esperienza decennale delle precedenti edizioni e si rinnova, con la collaborazione del Consorzio Italiano Compostratori (CIC), aprendosi sempre di più verso l’economia circolare e la sostenibilità ambientale.

Il master si sviluppa nel confronto tra enti di ricerca, regioni, comuni, fondazioni e aziende impegnate in attività di sviluppo di processi per la trasformazione della biomassa, dai rifiuti alle colture industriali.
Lo scopo è quello di favorire la nascita di una “community”, dove attraverso uno scambio aperto di informazioni ed esperienze si creino nuove occasioni e forme di collaborazione e progettazione congiunte.

Particolare attenzione sarà rivolta al tema del recupero dei rifiuti e dei sottoprodotti in ambito industriale e comunale, attraverso la creazione di specifiche filiere produttive. Si tratta di un settore in forte sviluppo che permette di affrontare i problemi ambientali delle amministrazioni locali riducendone i costi di gestione e offrendo al tempo stesso interessanti occasioni di sviluppo economico e sociale.

Contempla un percorso didattico orientato alle richieste sia del mercato del lavoro che della ricerca: numerosi sono infatti i casi di studio affrontati e i momenti di incontro con le aziende, le istituzioni e le associazioni del settore.

Una significativa opportunità di confronto con la realtà professionale è rappresentata dallo sviluppo di un progetto, che permette di applicare concretamente gli strumenti operativi appresi e apre opportunità di stage.

Il Master favorisce i rapporti con il sistema produttivo anche presentando i curricula dei partecipanti alle imprese interessate.
Gli sbocchi professionali sono molteplici: dalle imprese nazionali e internazionali interessate all’efficienza energetica, agli istituti di credito, ai soggetti istituzionali deputati alla regolazione del settore, alle società di consulenza ed ai centri di ricerca specialistici.

L’elevata qualità della didattica e il costante rapporto con la realtà produttiva hanno aperto alla quasi totalità dei partecipanti un percorso professionale coerente con gli obiettivi proposti: le precedenti edizioni del Master sono state caratterizzate da un inserimento nel mondo del lavoro delle Bioenergie pari all’80%.

Il 22% degli iscritti delle precedenti edizioni, operando già nel settore delle Bioenergie, ha visto nel Master una opportunità di aggiornamento.

Sponsor e Patrocini